Regione: fondi per nuovi alloggi e fusione Marconi - Delpino Stampa
Scritto da Simone Rosellini   
Venerdì 27 Dicembre 2013 17:30

Il primo provvedimento annunciato oggi dalla Regione Liguria, per bocca dell’assessore alla Protezione Civile, Renata Briano, è la richiesta di stato di emergenza, presentata al governo per far fronte ai danni causati dal maltempo tra Natale e Santo Stefano

: dovrebbe servire per reperire le risorse necessarie ad intervenire anche sugli ulteriori, gravissimi, danni patiti dal territorio. “Chiederemo alla Protezione civile – conclude Briano – di convocare al più presto un tavolo di lavoro per suddividere le risorse sulla base del danno reale”.

Intanto, però, ci sono anche provvedimenti che procedono, indipendentemente dalle emergenze. E’ il caso dei finanziamenti da sette milioni stanziati dalla giunta, su proposta dell’assessore alle politiche abitative, Giovanni Boitano, per recuperare edifici esistenti e creare nuovi alloggi nei piccoli Comuni, dove rispondere alle esigenze della popolazione, coniugando gli interventi ad opere sull’arredo urbano. Tra gli altri, sparsi in tutta la Liguria, sono interessati Favale di Malvaro, Neirone, Tribogna, Coreglia Ligure, Castiglione Chiavarese, Mezzanego, Santo Stefano d’Aveto e Moconesi.

Sul fronte della scuola, arriva una notizia che interesserà, in particolare, a Chiavari. La stessa giunta regionale, infatti, ha approvato il nuovo piano di dimensionamento scolastico, che prevede la fusione tra il liceo Marconi ed il liceo Delpino, dall’anno prossimo, peraltro con attivazione di una prima di liceo sportivo, da affiancare ai già esistenti classico, scientifico e psicopedagogico. “Sono in corso approfondimenti – aggiunge l’assessore Pippo Rossetti – per capire se già dal prossimo anno potranno essere attivati altri due licei sportivi”, uno dei quali potrebbe trovare posto all’istituto Liceti di Rapallo.

Infine, si chiude la questione dell’elisoccorso. E’ stata approvata, infatti, una nuova convenzione quinquennale con i vigili del fuoco, che continueranno a gestire questo servizio sino al 31 dicembre 2018.